Quando si sfida quell’1%

9.10.14 | Rasegna stampa

Il progetto di due miliardari per la costruzione di un nuovo stadio per la squadra di pallacanestro in una città, , dove i “campetti” per ragazzi sono al degrado, ostacolato dagli attivisti di Common Ground, Terreno comune e dalla gente dei quartieri; le tecniche messe a punto dal grande Alinsky, negli anni 40, affinché il dei soldi potesse essere affrontato con successo dall’altro potere, quello degli uomini associati. Corrispondenza dagli Stati Uniti di Diego Galli.

Articolo pubblicato sulla rivista Una città, ottobre 2014

Ti potrebbero piacere anche questi articoli

 

Al via il progetto Periphery Organizing

Al via il progetto Periphery Organizing

Il caffè di Roma, 19 novembre 2020 Dopo diversi incontri organizzativi e logistici (sia online che in presenza) l’associazione di rigenerazione urbana e sociale “Tor Più Bella” ha ufficializzato la partenza del progetto “Periphery Organizing”. Il...

Community Organizing Onlus – prima giornata di pratica

Community Organizing Onlus – prima giornata di pratica

Percorsi Con i bambini, 17 novembre 2020 “Il potere tende a corrompere e poche persone vogliono apparire affamate di potere e corrotte. Ma quello che dobbiamo realizzare è che anche l’impotenza corrompe, forse in modo più pervasivo del potere.” Ernesto...

Hai parlato col Municipio?

Hai parlato col Municipio?

Barbara Bertoncin, Una città, ottobre 2020 Il community organizing, nel divulgare una serie di pratiche trasformative come l’ascolto, la costruzione di una leadership collaborativa, la valorizzazione delle storie di vita e l’analisi delle dinamiche...